La voce del corpo

Madre Natura ha plasmato ed evoluto il nostro corpo nel corso di milioni di anni, dimostrando un’intelligenza infinitamente superiore a quella della nostra mente. Eppure, nonostante queste verità siano state riconosciute fin dai tempi dei Greci, l’uomo occidentale sembra aver dimenticato l’inestimabile valore del corpo e della sua saggezza intrinseca.

 

Mi occupo di salute da tutta una vita. Molte persone si sono rivolte a me durante questo lungo periodo, e posso affermare con certezza che l’approccio comune al dolore nella nostra società è spesso superficiale. La maggior parte delle persone non si prende cura di sé in modo responsabile, ma si limita a tamponare la situazione con rimedi che alleviano solo provvisoriamente il dolore.

 

La persona con una mentalità ordinaria raramente si pone domande profonde, poiché il condizionamento mediatico e sociale sostituisce il pensiero critico e autonomo che dovrebbe caratterizzare un funzionamento corretto del nostro cervello. Prendersi cura del proprio corpo e della propria mente richiede partecipazione e volontà, qualità che necessitano di energia e movimento verso l’obiettivo sperato. Non c’è obiettivo raggiungibile senza sacrificio, ma per molti questa parola ha una connotazione negativa, associata a rinuncia e fatica.😓

 

Il Sacrificio come Crescita

In realtà, pochi sanno che il termine “sacrificio” etimologicamente significa “rendere sacro”. Sacrificarsi vuol dire dedicare un po’ di energia oggi per ottenere un bene molto più grande domani. La capacità di sacrificarsi è una caratteristica di chi evolve, cresce e prospera, contrariamente a chi rimane nell’ignoranza.

 

Oggi, il dolore è visto come qualcosa di negativo, da eliminare a tutti i costi. Tuttavia, una riflessione più profonda rivela che questa “preziosa voce” del corpo sta solo cercando di comunicarci un disagio e una disfunzione che necessitano di cure e attenzioni.

 

🚗 La Metafora della Spia dell’Olio

Immaginate di essere alla guida della vostra auto e, improvvisamente, la spia dell’olio si accende. Questa spia non è un semplice fastidio visivo, ma un avviso importante: se ignorato, potrebbe portare a gravi danni al motore. Arrivati in officina, il vostro meccanico di fiducia decide di risolvere il problema in un modo insolito: invece di aggiungere olio, stacca il filo della spia affinché si spenga. Cosa pensereste di un tale comportamento? Quali sarebbero le conseguenze per il motore di quell’auto?

 

💊Questo scenario è esattamente quello che accade ogni volta che assumiamo antidolorifici o antinfiammatori per ignorare un dolore fastidioso. Stiamo solo staccando la spia senza risolvere il problema di fondo. Il corpo, con il suo linguaggio specifico, ci segnala un disagio. Ignorarlo o farlo tacere con un farmaco senza contemporaneamente ricercarne la causa equivale a ignorare la spia dell’olio. 🤨

 

Invece di affrontare superficialmente il sintomo, dovremmo ascoltare ciò che il nostro corpo cerca di comunicarci e agire di conseguenza.

 

L’Ascolto della Voce del Corpo

Il corpo è come un giardino, e il dolore è il nostro giardiniere che ci avvisa quando qualcosa non va. Se ignoriamo il giardiniere, il nostro giardino potrebbe appassire. Ma se ascoltiamo e curiamo le piante malate, il giardino tornerà a fiorire.

 

Vi posso garantire che in tanti anni di attività come Terapista, poche persone si sono rivolte a me con l’intenzione di capire l’origine del loro disagio fin dai primi sintomi. La maggior parte ha ignorato quei segnali per anni, a volte decenni, ritrovandosi in età avanzata con problemi strutturali ormai irreparabili. Il treno del benessere, per loro, è passato senza fermarsi.

 

🧘‍♂️ Conclusione

Ascoltare la voce del corpo richiede attenzione e consapevolezza.

Chiedetevi sempre il perché di un dolore e cercate di comprenderne la causa. Solo così potrete evitare di ritrovarvi in una condizione di deterioramento fisico irreversibile. La saggezza del corpo è una guida preziosa, una voce che vale la pena ascoltare e rispettare. 💖

 

Nuccio Trustee Panella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli...

Autodeterminazione

Luca e le sue Api

Che titolo mettere difronte a certe immagini? Colui di cui voglio parlarvi è un amico che ho avuto la fortuna di conoscere grazie al percorso

Postura

Lo squat – movimento ancestrale

Squat o accosciata?   Adesso vi voglio parlare di Andrea, un ragazzo di trent’anni, amante del classico lavoro di palestra per costruirsi un fisico piacente

Errori Comuni

Contraffazione della ginnastica posturale

Per anni ho aiutato le persone a risolvere o quanto meno a migliorare le più comuni sintomatologie dolorose e, nel corso della mia vita ho

Scroll to Top